La tecnologia sta impattando il nostro stile?

CLUBHOUSE CULTURE
La tecnologia sta impattando il nostro stile?

Il mondo del Fashion verso la Machine-Made Couture

24 maggio 2016

Marc Sondermann



Tecnologia e stile, un binomio che sempre di più sembra funzionare. Chi l’avrebbe mai detto?

Se n’è parlato oggi in Clubhouse Brera con Marc Sondermann, amministratore delegato e direttore di Fashion Magazine, che ha presentato il profondo cambiamento in atto nel settore.
E-commerce, social network, magazine online, la moda e il mondo del lusso da qualche tempo si sono affacciati al mondo delle nuove tecnologie con una forte accelerazione nell’ultimo periodo. Un fenomeno che per le nostre econonomie occidentali, più tradizionali, ha significato un calo del 10% nei fatturati retail.

Meno retail e più e-commerce: è questo quindi il futuro? Sembrerebbe di sì. La vendita digitale è sempre più importante, le decisioni di acquisto sono prese online (si stima che l’e-commerce abbia un peso del 68-70% più forte di quello che ha mai avuto la tv nel processo decisionale) e si passa molto tempo a vedere opinioni e confrontare prodotti prima di procedere all’acquisto.

Questo shift impatta non solo sul consumatore finale, che acquista i prodotti dal divano di casa via mobile, ma anche e soprattutto sulla filiera. “See now, buy now” è una logica che fino a qualche tempo fa non esisteva per il fashion system, un settore convinto di non dover conquistare il consumatore “al momento” per acquisti impulsivi, ma di dover agire nella creazione dell’aspettativa, del sogno. La maggior parte degli utenti oggi invece segue una logica molto diversa: voglio avere il mio prodotto subito, non appena lo vedo.

Come cambiano, quindi, le prospettive? Come posso far acquistare un abito sartoriale online?

Fenomeni, come quello di Zalando, sono solo un esempio di quanto la digitalizzazione sia fondamentale per questo settore. La tendenza è nella valorizzazione di nuovi format espositivi e nel ripensamento di logiche di vendita e comunicazione, nello studio di nuovi prodotti. Anche per le piccole aziende, di cui il tessuto imprenditoriale italiano è ricco. Modernità e tradizione, vanno quindi sempre di più a braccetto, seguendo i cambiamenti degli stili di consumo e delle modalità di acquisto dove la persona è sempre di più al centro con i suoi device mobile a portata di mano per consultare opinioni, scegliere prodotti in rete e acquistarli con un click.